Catégories
Informazioni

Concerti all'aperto sono autorizzati a tornare nel Regno Unito

Il Regno Unito ha un sistema sanitario nazionalizzato e gli Stati Uniti hanno un presidente che si prende gioco delle maschere per il viso, e quindi non sorprende che l'Inghilterra sia stata più veloce nel tenere sotto controllo la crisi del coronavirus. Con i nuovi casi in calo da metà maggio e il totale dei casi ora inferiori a 30.000, il governo del Regno Unito consentirà di riprendere i concerti all'aperto a partire da questo fine settimana, a condizione che i locali mantengano "un pubblico limitato e socialmente distante".

Come Kerrang rapporti, l'annuncio è stato fatto dal segretario alla Cultura Oliver Dowden. Ha definito questo "un traguardo importante per i nostri artisti, che attendono pazientemente dietro le quinte da marzo". Dowden ha aggiunto,

"Ovviamente non vedremo folle allagarsi nei loro locali, ma dall'11 luglio i nostri teatri, opere, spettacoli di danza e musica possono iniziare a mettere in scena spettacoli all'aperto per un pubblico socialmente distante. Ciò significa che i frequentatori di teatri possono assistere a spettacoli dal vivo per la prima volta da mesi in posti come lo straordinario Minack Theatre in Cornovaglia, e gli amanti della musica possono assistere a Glyndebourne quest'estate. ”

E tutto ritorna questo fine settimana, il che significa che non stanno nemmeno aspettando il completamento della prima sede socialmente distante della Gran Bretagna. Con questo annuncio, il Regno Unito è entrato nella terza fase della sua "roadmap in cinque tappe" per riportare in scena spettacoli dal vivo. Il paese lancerà anche un programma pilota per esplorare in sicurezza eventi indoor, come preparazione per la quarta fase. Da parte sua, gli Stati Uniti stanno vivendo casi record, aumentando i ricoveri e aumentando le morti. Invece dei concerti siamo bloccati con i raduni di Donald Trump, che in realtà stanno diffondendo COVID-19.

La lenta risposta della pandemia degli Stati Uniti ha mobilitato molto supporto per la resistenza, a volte in luoghi sorprendenti. Axl Rose è diventato un avversario vocale dell'amministrazione Trump e all'inizio di questa settimana ha invitato il chirurgo generale a dimettersi. La crisi del coronavirus continua a ferire artisti americani, ricchi e poveri; Robert De Niro dice che lo sta facendo fallire. Quella pressione economica è il motivo per cui stiamo vedendo così tante chiamate da riaprire prima che gli Stati siano pronti, come le catene di cinema che fanno causa al New Jersey per riaprire e confrontarsi con le chiese.

Nota dell'editore: Stai al sicuro raccogliendo una delle nostre maschere personalizzate. Una parte del ricavato andrà a beneficio del fondo COVID-19 Artist Relief di MusiCares a sostegno di musicisti indipendenti.

Laisser un commentaire

Votre adresse de messagerie ne sera pas publiée. Les champs obligatoires sont indiqués avec *