Catégories
Informazioni

Flusso crescente preoccupazioni Collettività di poesie – "Grida attraverso le montagne" | origini

Nella nostra nuova funzione musicale Origins, presentiamo agli artisti la possibilità di avvicinare gli ascoltatori alle influenze alla base della loro ultima canzone. Oggi, il Growing Concerns Poetry Collective di Chicago condivide il loro ultimo singolo, "Shout Across Mountains".

Le crescenti preoccupazioni Poetry Collective sono tornate con la loro prima nuova musica dal loro album di debutto nel 2017, Siamo qui: grazie per averlo notato. Il gruppo performativo di Chicago – composto dal cineasta, poeta e attore McKenzie Chinn; l'attore e prodigio hip-hop fai-da-te Mykele Deville; e il visual artist / compositore musicale multidisciplinare Jeffrey Michael Austin – hanno scatenato un paesaggio lussureggiante e tempestivo in "Shout Across Mountains".

Come fanno di solito, il collettivo offre un inno per secoli, meditando su un'America sopravvissuta che si sta strappando le cuciture da alcuni cambiamenti tanto necessari. "Anima libera ma la voce ha dovuto sbloccarla / Interrompiamo e smantelliamo / Metteremo un ginocchio, mordicchiamo il tuo inno", osserva Deville acutamente, a cui Chinn in seguito esclama: "Lascia che queste vibrazioni coprano tutte le tue ansie / e magari fissi sei libero e forse ti libererai! "

Ascolta "Shout Across Mountains" di seguito. Come vedrai, c'è molto da disimballare in ogni verso, motivo per cui abbiamo chiesto a Chinn, Deville e Austin di condividere le origini della canzone. Leggi il loro dettaglio completo in anticipo e resta sintonizzato su Growing Concerns Poetry Collective mentre continuano a pubblicare nuova musica per tutto il 2020.

Sud Africa:

Sudafrica Preoccupazioni crescenti Poesia Quota collettiva Origini del nuovo grido singolo attraverso le montagne: Stream

Chinn: Penso molto alla mia voce nel mondo, e alle nostre voci in generale, come fonte di potere collettivo. Quindi, per me, "Shout Across Mountains", che ho scritto dopo Mykele e il mio primo viaggio in Africa, è stato ispirato dall'esperienza delle voci corpose e sfrenate di così tante persone che abbiamo incontrato lì. Le persone erano rumorose! Sono andati in giro a cantare! Quando ho scritto i miei versi per la canzone, stavo pensando a come, negli Stati Uniti, a noi neri viene costantemente detto che siamo troppo rumorosi, troppo chiassosi – che persino le nostre voci occupano troppo spazio. Così, ho scritto la canzone per celebrare la pienezza e il potere delle nostre voci sfrenate e per collegarla alla discendenza da cui spesso ci sentiamo così lontani.


Spike Lee Sali sul bus:

Deville: Questo film è uscito quando avevo sette anni e ricordo che mio padre lo ha reso suo dovere personale per me, mio ​​fratello, mia sorella e vederlo più volte. Segue 12 tipi molto diversi di uomini neri che salgono su un autobus per Washington DC per unirsi al primo Million Man March. Mi ha colpito il fatto che il film non riguardasse la stessa Marcia, ma questo gruppo eterogeneo di uomini di colore di ogni angolo che imparano a conversare prima che arrivino lì. Fu la mia prima introduzione alla protesta, le opinioni sfaccettate degli uomini neri e l'ipocrisia del sogno americano. Mi ha svegliato da ragazzino a domande difficili con l'unica vera soluzione è alzare la voce ed esercitare la tua libertà di esistere e fare rumore. Ho immaginato questa canzone sulla colonna sonora di quel film mentre stavo scrivendo il mio primo verso.


AFROFUTURISM:

afrofuturism Preoccupazioni crescenti Poesia Collettiva Condividi Origini di un nuovo grido singolo attraverso le montagne: Stream

Chinn: Collegare una visione per un vibrante futuro nero alla verità di un vibrante passato nero mi ha portato molta gioia e ispirazione negli ultimi anni. Continuo a ritrovarmi a cercare storie della vita dei miei genitori e dei miei nonni e una comprensione più chiara dei miei antenati. Sono sempre stato profondamente collegato al rituale e continuo a ritrovarmi attratto da quelli delle persone da cui vengo. Continuo a pensare a tutti noi come interazioni dell'universo. Ci sono persone di colore in futuro.


Solange – "Almeda (quando arrivo a casa)":

Deville: Il lavoro di Solange in generale ispira il nostro gruppo. Il suo ultimo album, When I Get Home, è uscito nel 2019 e Growing Concerns si è innamorato. La mancanza di forma e l'oscurità dell'opera ci hanno entusiasmato e ispirato così tanto. Ma in particolare la canzone Almeda sul disco è rimasta con me. Il rimbalzo del battito, il flusso rilassato, la ripetizione della frase "Queste sono cose di proprietà dei neri" mi hanno colpito. Quindi il mio secondo versetto ha emulato quell'energia di confronto mentre diceva leggermente "non puoi cancellare noi neri, non importa quanto ci provi". Anche la funzione Playboi Carti di quella canzone impazzisce.


L'un l'altro:

Austin: Quando produco un paesaggio sonoro per preoccupazioni crescenti, trovo sempre le mie radici ispiratrici nello spirito e nelle intenzioni della poesia di McKenzie e Mykele. Vedo il mio ruolo nel collettivo come un rinforzo, componendo spartiti musicali deliberati che introdurranno ed eleveranno l'esperienza emotiva di ogni poesia. Per "Shout Across Mountains", ho visto nei versi una storia di origine che si gonfia e oscilla tra celebrazione e resistenza, un flusso energetico che si sentiva come una salita su e attraverso molte montagne. Volevo che la composizione incarnasse la stessa vitalità: trascendente e anthemica attraverso tutte le sue vette e valli.

Laisser un commentaire

Votre adresse de messagerie ne sera pas publiée. Les champs obligatoires sont indiqués avec *