Catégories
Informazioni

Ice Cube sta twittando immagini antisemite e propaganda russa

Da quando l'omicidio di George Floyd ha scatenato una rivolta nazionale di proteste della brutalità della polizia, la musica di Ice Cube, in particolare "Fuck Tha Police" di N.W.A., si è sentita estremamente a punto. I suoi tweet, invece, non lo sono stati: il veterano rapper e attore ha caricato immagini che promuovono la propaganda antisemita e russa.

Il 6 giugno Ice Cube tweeted un'immagine di un murale che è stato rimosso da un muro nell'East End di Londra per essere antisemita. L'immagine mostra una manciata di uomini d'affari ebrei caricaturali che giocano una partita a Monopoli in cima a un tavolo che si trova sul retro di uomini neri. L'immagine stessa contiene le parole: "Tutto ciò che dobbiamo fare è alzarci in piedi e il loro piccolo gioco è finito".

Prima di oggi, lui condivisa una foto di un cubo nero al centro della stella ebraica di David. Il presunto significato dietro di esso è estremamente contorto, ma deriva da una cospirazione che le tre principali religioni, incluso l'ebraismo, sono influenzate da forme sulla superficie del pianeta Saturno. Molte persone nei commenti di Ice Cube esprimono disgusto, ma quelli che lo lodano pubblicano altre immagini che suggeriscono che la "scatola nera" è una sorta di codice che sblocca un'enorme teoria della cospirazione secondo cui gli ebrei sono responsabili di eventi come 9 / 11 e la pandemia.

Anche oggi il N.W.A. cantante rap postato un meme che afferma che il naso di antiche statue egiziane fu sparato dagli europei. Come riporta The Daily Beast, il meme è stato creato da "Black Matters", un "sito Web e una pagina Facebook che pretende di essere una risorsa di notizie senza scopo di lucro per gli afro-americani ma è stato lanciato molto tempo fa come strumento di propaganda gestito dalla Russia per manipolare americani “. Secondo la CNN, l'affermazione relativa alle statue non è vera, in realtà sono state danneggiate molto, molto tempo fa da "futuri sovrani che stavano riscrivendo la propria storia".

Non è chiaro cosa abbia motivato la problematica serie Twitter di Ice Cube. È particolarmente sorprendente dato che gli altri tweet sulla sua pagina negli ultimi tempi sono stati chiaramente anti-Trump, anti-razzisti e / o pro-neri. C'è una leggera possibilità che non "capisca" perché queste immagini siano intrinsecamente problematiche. Dopotutto, ha twittato a immagine di uno striscione che dice "Media è complice" accanto alla lettera "Q", solo per affermare in seguito che lo era ignaro dell'associazione della lettera a QAnon, la teoria della cospirazione pro-Trump che suggerisce che esiste uno stato profondo segreto che sta costantemente tramando contro il nostro attuale presidente.

Purtroppo, Ice Cube non è l'unica figura musicale iperpolitica a contraddire completamente il messaggio della sua musica nei giorni scorsi. Il batterista dei System of a Down John Dolmayan ha condiviso il suo sostegno a Donald Trump e ha criticato le proteste della brutalità della polizia, un perno estremamente duro della musica metal anti-polizia e anti-razzista di cui ha fatto carriera.

Laisser un commentaire

Votre adresse de messagerie ne sera pas publiée. Les champs obligatoires sont indiqués avec *