Catégories
Informazioni

La Florida passa alla fase 2 della riapertura, comprese le sale da concerto al 50% della capacità

È facile dimenticare durante i periodi di disordini civili e proteste in tutto il paese che siamo ancora in quarantena durante una pandemia. Oggi, il governatore Ron DeSantis della Florida ha annunciato il passaggio dello stato nella fase 2 del suo piano in tre fasi per riavviare l'economia in mezzo alla pandemia di coronavirus.


Sotto la Fase 2, le barre saranno in grado di aprirsi al 50% della capacità all'interno e alla massima capacità all'esterno con una corretta distanza sociale di 6 piedi tra i tavoli. Le riaperture includono anche aziende come cinema, piste da bowling e sale da concerto con una capacità del 50%, con le necessarie restrizioni di distanza sociale.

Le modifiche entreranno in vigore venerdì, ma soprattutto non si applicano alle tre contee più colpite nello stato: Miami-Dade, Broward e Palm Beach nel sud della Florida.

Il governatore ha riconosciuto, tuttavia, che il coronavirus è ancora una minaccia.

"Il virus non è scomparso", ha detto in una conferenza stampa al CityWalk della Universal Orlando.

L'annuncio arriva cinque giorni dopo l'inizio delle proteste di massa in tutto il paese in risposta alla morte di George Floyd da parte della polizia. Viene anche tra coprifuoco implementati nelle città di tutto il paese, anche se differiscono in tempo preciso. Ci vogliono anche più di 5 giorni affinché qualcuno venga liberato da COVID-19 dopo l'auto-quarantena, cosa che molti manifestanti non hanno fatto.

Aprire lo stato ora dopo giorni di raduni di massa durante le proteste potrebbe essere visto come una decisione molto pericolosa.

LUOGHI DA DONARE:

Minnesota Freedom Fund

Fondo commemorativo del George Floyd

Corro con Maud

Black Visions Collective

Recupera il blocco

Campagna Zero

Comunità unite contro la brutalità della polizia

Black Lives Matter

Fondo di difesa legale NAACP

Unione delle libertà civili americane

FIRMA UNA PETIZIONE:

Giustizia per George Floyd su change.org

Dalla pagina della petizione: "Stiamo cercando di attirare l'attenzione del sindaco Jacob Frey e del procuratore distrettuale Mike Freeman per implorare che gli ufficiali coinvolti in questa disgustosa situazione vengano licenziati e che le accuse vengano immediatamente depositate".

#JusticeforFloyd su act.colorofchange.org

Dalla lettera di petizione: “Sono indignato e disturbato dall'uccisione di George Floyd da parte degli agenti del dipartimento di polizia di Minneapolis. Per sette minuti, George Floyd e gli astanti hanno gridato e supplicato per la sua vita mentre i tuoi ufficiali lo hanno soffocato a morte in pieno giorno. Questo è un atto di violenza della polizia commesso su un uomo nero innocente e disarmato. Nessuno merita quello che è successo a George. E sta a te garantire giustizia. Chiedo a voi, il sindaco, di 1) bloccare le loro pensioni e 2) vietare loro di diventare mai più agenti di polizia. E il procuratore della contea Freeman e il procuratore generale Ellison devono immediatamente accusare tutti e quattro gli ufficiali di omicidio. Contiamo su di te per garantire giustizia alla sua famiglia.

STATO DI CONTATTO E LEADER LOCALI:

Contatta i rappresentanti per chiedere giustizia e responsabilità. Trova le informazioni di contatto ai link seguenti:

Governatore del Minnesota Tim Walz

Il sindaco di Minneapolis Jacob Frey

Il procuratore distrettuale di Minneapolis Mike Freeman

Fotografia di Juliana Bernstein / Get Tiny Photography

Laisser un commentaire

Votre adresse de messagerie ne sera pas publiée. Les champs obligatoires sont indiqués avec *