Catégories
Informazioni

L'Italia consentirà agli eventi live di tornare il mese prossimo, ad eccezione dei locali notturni

Italia, una volta che uno dei paesi originariamente più colpiti da COVID-19, è ora sulla buona strada per allentare le restrizioni e le linee guida sul distanziamento sociale poiché il suo numero di nuovi casi continua a diminuire.


Bar, caffè e ristoranti sono ora autorizzati ad aprire a partire dal 18 maggio, tuttavia verranno comunque rispettate le regole di distanza tra i clienti e gli utenti dovranno indossare maschere facciali in qualsiasi momento tranne quando sono seduti al proprio tavolo.

Ancora più importante, l'Italia consentirà agli eventi di musica dal vivo di tornare all'inizio 15 giugno. Come per le imprese che apriranno questa settimana, verrà applicato il distanziamento sociale (a 1 m di distanza). Gli spettacoli dovranno anche essere completamente seduti e ogni membro della folla dovrà indossare una maschera.

La capacità massima per gli eventi indoor sarà di 200 e gli eventi all'aperto saranno consentiti fino a 1.000 persone.

Tuttavia, i locali notturni non faranno parte della nuova ondata di apertura di imprese. DJ Mag Italia riporta un decreto del governo che vieta "attività che si svolgono in sale da ballo e discoteche e luoghi simili".

Detto questo, la Sicilia, una delle cinque regioni autonome dell'Italia (Friuli-Venezia Giulia, Sardegna, Sicilia, Trentino-Alto Adige / Südtirol e Val d'Aosta) ha annunciato l'intenzione di consentire ai club di riaprire 8 giugno. Mixmag scrive: "La Sicilia ha alcuni poteri regionali ma non è totalmente libera dal controllo legislativo italiano, quindi resta da vedere se i club sull'isola potranno aprire in questa data".

via Mixmag

Laisser un commentaire

Votre adresse de messagerie ne sera pas publiée. Les champs obligatoires sont indiqués avec *