Catégories
Informazioni

Paul McCartney: Il piccolo Richard mi ha insegnato tutto quello che so

Non vi è alcuna iperbole nell'affermare che Little Richard ha cambiato il rock & roll come lo sapevamo quando è entrato nella scena musicale. Non guardare oltre gli innumerevoli artisti che hanno reso omaggio a Richard dopo aver appreso della sua morte sabato, incluso lo stesso Bob Dylan. Ora, probabilmente il più grande pioniere della musica pop-rock, Paul McCartney, è andato sul disco per affermare che Little Richard gli ha insegnato "tutto quello che sa" e altro ancora.

McCartney commemorò Richard con un lungo tributo cinguettio, essenzialmente accreditando Richard per aver spianato la strada a The Beatles. Quando i Fab Four erano impegnati a suonare residenze in piccolo, McCartney cercava ispirazione e guida. "Devo molto di quello che faccio a Little Richard e al suo stile", ha scritto.

"Da" Tutti Frutti "a" Long Tall Sally "a" Good Golly, Miss Molly "a" Lucille ", Little Richard è venuto urlando nella mia vita quando ero un adolescente", ha twittato McCartney. “Devo molto di quello che faccio a Little Richard e al suo stile; e lo sapeva. Diceva: "Ho insegnato a Paul tutto quello che sa". Ho dovuto ammettere che aveva ragione. "

Ha raccontato ricordi intimi con la leggenda del rock, compresi i primi concerti della carriera dei Beatles, dove hanno condiviso un conto con Richard ad Amburgo, in Germania. "Ci avrebbe lasciato uscire nel suo camerino e siamo stati testimoni dei suoi rituali pre-spettacolo", ha scritto McCartney. "Con la testa sotto un asciugamano sopra una scodella di acqua calda fumante, improvvisamente alzava la testa verso lo specchio e diceva:" Non posso farci niente perché sono così bello. "Ed era."

Come Rolling Stone sottolinea, McCartney avrebbe continuato ad adottare lo stesso rituale – fumando la faccia per schiarirsi la laringe prima di uno spettacolo – perché l'ha imparato guardando Richard. Verso la fine della loro carriera, i Beatles coprivano spesso Richard durante i loro spettacoli dal vivo, in particolare i suoi successi "Long Tall Sally", "Lucille" e "Hey-Hey-Hey-Hey!"

L'omaggio è profondamente toccante e McCartney lo ha concluso con una nota agrodolce, scrivendo: “Lo ringrazio per tutto ciò che mi ha insegnato e la gentilezza che ha mostrato lasciandomi suo amico. Arrivederci Richard e a-wop-bop-a-loo-bop. ""

Leggi il suo tributo completo di seguito.

Laisser un commentaire

Votre adresse de messagerie ne sera pas publiée. Les champs obligatoires sont indiqués avec *